Se per lavoro o per motivi di studio ci si è dovuti trasferire in Inghilterra, importante è aprire un conto corrente inglese ai fini dell’accredito dello stipendio, la conversione delle sterline nella propria moneta nazionale e per una serie di questioni fiscali.
Non tutti conoscono la prassi e le procedure da seguire per aprire un conto inglese, in questa guida l’obiettivo è fornire le informazioni basilari, si consiglia, inoltre di leggere contestualmente il link migliorecontocorrente.

Conto corrente inglese: documenti
La prima cosa da sapere per aprire un conto corrente e quali siano i documenti necessari, che si scelga di aprire un conto presso una filiale o si opti per una banca online, bisognerà allegare il proprio documento di riconoscimento.
Qui sorge un primo problema, nel senso che in Inghilterra la carta di identità può non essere valida per aprire un conto, in virtù del fatto che nel paese non è un documento presente, ecco per cui per andare sul sicuro bisognerà presentare copia del proprio passaporto.
Indispensabile è fornire, poi, l’indirizzo presso cui si ha la residenza londinese, oppure quello che in inglese è detto “proof of address”, laddove non si abbia ancora provveduto a trovare un proprio appartamento.
Chi non abbia ancora una residenza stabile in Inghilterra può indicare una residenza altrui, ad esempio presso l’albergo dove risiede o il luogo di lavoro.
Aprire un conto è semplice, se si possiede la documentazione, lo si può fare online in pochi minuti, si dovrà poi, aspettare che la banca effettui i controlli e massimo in 10 giorni, se non risultano problemi, il conto è attivo.

Conto corrente inglese: quali sono i più convenienti
In Inghilterra esistono istituiti bancari di diversa portata dai grandi nomi alle piccole realtà, in genere chi apre un conto a Londra opta per una soluzione standard al fine di ottenere eventuali accrediti e avvalersi dei sistemi standard come bonifici e riconversioni della monete, ovvero operazioni di routine.
Va precisato che in Inghilterra sono assenti i costi relativi ai prelievi o alle operazioni con il bancomat ed è possibile optare tra un conto base, il quale permette riguarda tutti coloro che non hanno ancora un impiego a Londra, standard, con la possibilità di poter prelevare somme per un valore superiore a quanto presente sul conto, fino ad un conto speciale per operazioni più complesse ed onerose.